Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Il tribunale del Riesame di Napoli ha confermato la custodia cautelare in carcere per tre dei quattro banditi finiti in manette con l’accusa di essere i responsabili della morte di Pasquale Apicella, l’agente di polizia morto a Napoli la notte del 27 aprile in un incidente stradale al culmine di un inseguimento. Fabricio, Admir e Igor Hadzovic, accusati di omicidio volontario restato in galera, Renato Hadzovic, scappato a piedi e non a bordo dell’auto che si scontrò con la volante guidata da Apicella, va ai domiciliari perché risponde solo di rapina. I quattro erano stati intercettati dopo il tentativo di sradicare un bancomat di un istituto bancario di Capodichino.