- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

Cessato allarme al Parco Buglione dell’Arenella. Non risulta pericoloso il serpente, avvistato lo scorso 8 giugno. Dalle 7 di domani riaprirà lo spazio pubblico, chiuso da 6 giorni in via precauzionale. Lo ha disposto l’Area Ambiente del Comune di Napoli. I veterinari dell’Asl, allertati nei giorni scorsi, hanno fornito responso rassicurante. Il serpente appartiene alla specie Biacco (Hierophios viridiflavus), classificata come non velenosa. Viene anzi elencata nella Convenzione di Berna e nella direttiva Habitat dell’Ue, e considerata tra le specie animali e vegetali di interesse comunitario. Per il Biacco è richiesta una protezione rigorosa.

Cancelli riaperti, dunque, nel parco di via Domenico Fontana. Una buona notizia, anzitutto per i tanti bambini della zona. Una squadra di giardinieri dell’Hub di Soccavo ha eseguito un’ulteriore pulizia del verde orizzontale del Parco, nella zona più frequentata dal pubblico. A sollecitare la riapertura, nella giornata odierna, anche la commissione Verde e Salute del consiglio comunale.

Una nota all’Area Ambiente, firmata dalla presidente Fiorella Saggese, premetteva di comprendere i motivi della chiusura. Tuttavia si riteneva necessario riaprire, “ora che si sono fatti i dovuti controlli”. Un provvedimento richiesto “a gran voce anche dalla cittadinanza”. Nel documento, si rammentava come – esclusa la velenosità – le popolazioni di rettili, “in particolare dell’ordine Serpentes, possono essere degli aiutanti importanti nella lotta alla proliferazione di roditori (topi)”. Quelli sì da tenere d’occhio.