Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – In un periodo di emergenza e di angoscia come quello che l’Italia intera sta attraversando, la musica è sicuramente un balsamo vitale. Sta spopolando in queste ore un rap dedicato a Paolo Ascierto, oncologo dell’Istituto Pascale di Napoli e in prima linea contro la lotta al Covid-19. La parodia musicale ringrazia il medico per la sperimentazione del farmaco ‘Tocilizumab’, risultato essere un ottimo alleato per combattere i sintomi del Coronavirus. Il testo è stato scritto e cantato da Carlo Gargiulo. Di seguito il testo della canzone:

Il rap di Ascierto

Duemilaventi l’anno della Guerra mondiale
Chi sta al fronte tutti i giorni noi dobbiam ringraziare
Soldati in prima linea, mascherina in trincea
Paolo Ascierto io l’ho scelto come mia Igea

Tu che rischi la vita, grazie di cuore
Grazie infermiere, grazie dottore
La cura che arriva, è del meridione
Perché aropp ‘a ‘strazione, ogni strunzo è prufessore

l’Italia ci infanga, comm a Striscia a Notizia
Galli che canta, ncopp a munnezza
Ancora n’è fernuto, mò è o mumemto e sfugà
Tengo ancora n’ata rima p’ogni taglio a sanità

Ogni giorno che passa, chiusi in reparto
Con gli occhi tristi, e il viso stanco
Ora vi è chiaro, che chi salva il mondo
Non è in camicie bianche, ma camice bianco

Niente Marvel, niente DC
I miei supereroi armati di bisturi
Ringrazio i dottori, fallo pure tu
Un saluto a Vincenzo, il nostro angelo in più