Tempo di lettura: 2 minuti

NAPOLI – Ieri era stata la volta delle ultime assunzioni dell’era De Magistris in Asìa, la partecipata che si occupa della raccolta dei rifiuti e dello spazzamento, a far suonare il campanello d’allarme della poca trasparenza per mano di ‘Per Napoli’, una delle liste a sostegno del sindaco Gaetano Manfredi. Oggi, invece, è la volta dell’azienda di mobilità a far preoccupare. E questa volta è l’opposizione di centrodestra a insorgere. Infatti, chiede al primo cittadino di bloccare immediatamente le assunzioni a tempo indeterminato che sta operando la Anm.

Fratelli d’Italia (con in prima linea il consigliere regionale Marco Nonno), Forza Italia, il gruppo consiliare “Maresca” oltre che “Cambiamo” hanno sottoscritto questa nota: “Ciò che sta facendo l’Anm è qualcosa di inammissibile ed eticamente inaccettabile. Ci sono circa 200 precari che già lavorano presso la società partecipata del trasporto pubblico cittadino che si potrebbero stabilizzare. Ma Anm procede ad altre assunzioni a tempo indeterminato, peraltro con modalità e criteri mai resi pubblici”.
 
A detta dell’opposizione, oltre che poco chiara, si tratta di “una operazione sleale”. Per questo, chiede al sindaco di bloccarla e “di prevedere modalità e criteri di assunzione trasparenti” tenendo conto di chi nei trasporti cittadini già ci lavora: 200 precari, per ora, senza alcuna tutela.