Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Ennesimo caso di violenza da parte delle baby-gang a Napoli. Stavolta è stato preso di mira un operatore della Napoli Servizi nei pressi della stazione centrale di Napoli in piazza Garibaldi. A denunciare il caso è ancora una volta il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli tramite le proprie piattaforme social.

Le baby-gang – racconta Borrelli – con i loro atti di bullismo e violenza, oramai non prendono di mira soltanto i coetanei ma anche persone più anziane. Da un’ultima segnalazione ricevuta da un cittadino si viene a conoscenza di un episodio increscioso: un operatore della “Napoli Servizi” viene spintonato con un calcio alla schiena e poi deriso da un gruppo di ragazzini, nei pressi di Piazza Garibaldi”.

Dobbiamo agire e dobbiamo farlo subito. – continua il consigliere regionale –  Esistono due possibili soluzioni: per quei ragazzini appartenenti a famiglie ’per bene’ bisogna intervenire tempestivamente con un piano di educazione, perché evidentemente i loro genitori non sono stati in grado di indirizzarli nel modo giusto; discorso diverso, invece, per i figli dei criminali e dei camorristi”.

Loro vanno tolti ai genitori – conclude Borrelli –  quei genitori che hanno sì impartito un’educazione alla propria prole, un’educazione alla criminalità, alla violenza e la sopraffazione”.