Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Inaugurata nella giornata di ieri la “nuova” stazione della Circumvesuviana di Santa Maria del Pozzo a Barra (Na). I lavori di restyling si erano resi necessari dopo il possibile rischio chiusura dell’impianto ferroviario. L’Eav in collaborazione con Inward – Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana ha così deciso di ridisegnare la stazione vesuviana alle porte di Napoli est.

Oltre all’opera di street art che porta la firma dell’artista Gianluca Raro, l’Ente Autonomo Volturno ha provveduto per effettuare anche interventi di riqualificazione. Tra gli interventi vi è anche l’installazione delle biglietteria automatica, prima d’ora mai vista all’interno della stazione.

La nuova stazione barrese è stata così inaugurata nella giornata di ieri alla presenza del presidente della VI Municipalità napoletana Salvatore Boggia, il Consigliere Regionale capogruppo PD Mario Casillo, il Consigliere Comunale Salvatore Madonna e l’Assessore Municipale Pasquale Farinelli. Presenti anche le Suore Stigmatine del Convento di Santa Maria del Pozzo, anch’esse battutesi per mantenere aperta la stazione.

La mano è uno dei primi segni ritrovati nelle grotte ed è il mezzo principale con il quale si esprimono tutte le arti. Rappresentano anche accoglienza, generosità, protezione“, così ha dichiarato, invece, Gianluca Raro autore dell’opera che prende il titolo dal brano musicale di Enzo Avitabile “Mane e mane”, rientrante nel programma lanciato dalla stessa Eav nell’ambito del progetto Creav.