Tempo di lettura: 4 minuti

Napoli – Don Domenico Battaglia, finora vescovo della diocesi di Cerreto Sannita, Telese e Sant’Agata de’ Goti, è stato nominato da Papa Bergoglio nuovo vescovo di Napoli. Tanti i messaggi che si stanno alternando in queste ore per salutare la nomina di monsignor Domenico Battaglia ad arcivescovo di Napoli.

“Sono molto felice della nomina di Don Mimmo Battaglia ad Arcivescovo di Napoli. Ho conosciuto personalmente Mimmo Battaglia quando ero magistrato in Calabria e ne ho sempre apprezzato la sua costante vicinanza ai più fragili e ai più deboli. Uomo semplice ed umile ma dotato di forte carisma e personalità. Credo possa incarnare al meglio il verbo profondo di Papa Francesco. A Don Mimmo Battaglia garantiremo la massima cooperazione possibile con l’obiettivo dell’unità del popolo napoletano in un momento così difficile. Insieme lavoreremo per diminuire disuguaglianze e per la costruzione di una sempre più forte fratellanza di comunità. A Don Mimmo Battaglia diamo il benvenuto nella nostra amata città dal cuore immenso.” Ha spiegato il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris.

Il nostro cordiale benvenuto al nuovo arcivescovo metropolita di Napoli, Domenico Battaglia, al quale vanno gli auguri per l’alta responsabilità pastorale che lo attende, con l’auspicio di una proficua collaborazione per il bene delle nostre comunità”. Scrive il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

Benvenuto a don Mimmo Battaglia, un uomo semplice che incarna al meglio quei valori di semplicità e vicinanza verso i più deboli e gli emarginati, che sono propri del verbo di Papa Francesco. Napoli ha bisogno di una persona come lui, un prelato di strada che sono certa non sarà solo una guida spirituale per tutti noi, ma saprà indicare la via per risollevare il popolo napoletano in un momento così difficile della nostra storia. A monsignor Battaglia voglio garantire tutto il mio e nostro sostegno per le sfide importanti che lo attendono a garanzia del bene, della giustizia e della legalità e a difesa degli ultimi”. Scrive la vicepresidente del Consiglio regionale della Campania Valeria Ciarambino, nel salutare la nomina di monsignor Domenico Battaglia ad arcivescovo di Napoli.

“Domenico Battaglia è un autentico pastore. Una guida spirituale capace di immergersi nella storia delle persone, a cominciare dalle più fragili, povere, dimenticate. Un pastore anche per molti giovani, di cui sa intercettare bisogni, aspirazioni, inquietudini. Un punto di riferimento. E insieme un testimone concreto e coerente del Vangelo: poche parole e tanti fatti, quei fatti incarnati nella Parola di Dio”. Queste le parole, invece, di don Luigi Ciotti, presidente di Libera.

Napoli vive un momento di grande difficoltà come tutto il paese e ha bisogno di una guida forte e vicina al Papa come quella di Domenico Battaglia che certamente saprà seguire le orme di Crescenzo Sepe che in questi anni è stato al fianco dei più deboli stimolando continuamente l’opera delle istituzioni e della società civile. Anche noi come professionisti nello spirito di Francesco ci siamo aperti ai più deboli andando incontro alla gente e intendiamo continuare a fare il nostro dovere e in questi anni ci siamo impegnati con l’assistenza agli immigrati, nelle carceri, e nelle parrocchie per essere al fianco di chi soffre. La nomina di Domenico Battaglia, noto per il suo impegno civile, non può che farci piacere e gli garantiamo di essere a lui vicini. Ringraziamo molto il cardinale Crescenzio Sepe che ha lavorato tantissimo per Napoli e per i napoletani in questi anni”. Spiega dell’associazione italiana notai cattolici AINC, Roberto Dante Cogliandro.

“Accogliamo con profonda emozione e gioia la nomina ad arcivescovo di Napoli di monsignor Domenico Battaglia. Un uomo di chiesa che da sempre spende la sua vita per gli “ultimi”». Lo ha dichiarato Annarita Patriarca, capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale. «Al neo cardinale va il nostro augurio di buon lavoro nella consapevolezza che, attraverso il suo impegno e il suo alto magistero, rappresenterà un faro luminoso per tutti i credenti e per tutti i napoletani», ha continuato Patriarca. «Salutiamo e ringraziamo per la sua incessante opera moralizzatrice e per lo spirito di umanità che ha caratterizzato il suo episcopato, il cardinale Crescenzio Sepe. Vera e propria guida, in questi ultimi anni, per i fedeli e per tutti coloro che credono nei valori cristiani”, ha dichiarato Annarita Patriarca, capogruppo FI in consiglio Regionale.