Tempo di lettura: < 1 minuto

Capri (Na) – Ignoti sono entrati in azione questa notte al largo dei Faraglioni dove hanno tagliato un lungo tratto della barriera di protezione e distanziamento creata dal Comune di Capri con un lunghissimo cordone di boe, per evitare l’ormeggio selvaggio e per mantenere ad una distanza stabilita gli scafi che, incuranti delle norme di sicurezza, ormai da anni invadono tutta la baia di Marina Piccola. L’assessore alle Politiche del Mare e alla istituenda Area Marina Protetta, Paola Mazzina, si è attivata immediatamente per ripristinare la barriera annunciando che “il Comune è ben determinato, non si farà intimidire e porterà a termine l’azione intrapresa attraverso il Primo Piano di distanziamento nell’attesa che venga istituita poi l’Area Marina Protetta”.
Intanto – continua l’assessore Mazzina – presenteremo alla Capitaneria di Porto e alla Guardia Costiera una denuncia contro ignoti affinché possano individuare celermente i responsabili di questo gravissimo atto perpetrato contro la tutela dell’ambiente e dell’azione di salvaguardia ambientale messa in campo dal Comune e dall’assessorato. Il ‘sistema’ si ribella alle azioni di legalità e tutela dell’habitat marino che intendiamo portare a termine attraverso la costituenda Area Marina Protetta”.