Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Una caccia all’uomo si sta scatenando davanti alla sede della regione Campania dove dalle 23 è scoppiata la rivolta contro l’annuncio del governatore De Luca di un nuovo lockdown. Ma la manifestazione è degenerata subito con un fitto lancio di pietre contro la polizia che ha risposto con cariche di allegerimento. Poi gruppi di giovani incapucciati è partito all’assalto delle auto della polizia con azioni collaudate che tanto ricordano gli scontri tra ultrà. Hanno accerchiato auto, aperto portiere e sferrato pugni, calci e cinghiate. Molte scene sono state riprese dai cittadini terrorizzati che stanno ancora assistendo alla guerriglia dai balconi delle case.

Questa sera – spiega il Questore di Napoli, Alessandro Giuliano  abbiamo assistito a veri e propri comportamenti criminali verso le forze dell’ordine. Nessuna condizione di disagio, per quanto umanamente comprensibile, può in alcun modo giustificare la violenza.”