Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli ha proceduto, su disposizione della Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Napoli, alla confisca, tra Campania e Lazio, di un patrimonio del valore di 17,6 milioni di euro riconducibile a Michele Palumbo, appartenente al clan camorristico Mallardo. Le Fiamme Gialle hanno confiscato 17 unità abitative tra i comuni di Giugliano, Aversa, Mentana, e Monterotondo, 11 terreni nel comune di Mentana, oltre a quote e immobili relativi a una società operante nel settore immobiliare con sede a Fonte Nuova, riconducibili a Palumbo e al suo nucleo familiare. L’attività trae origine da indagini delegate dalla Dda di Napoli ed eseguite dagli specialisti del Gico partenopeo che hanno eseguito, nel periodo dal 2010 al 2021, diversi provvedimenti di sequestro preventivo e di misure di prevenzione patrimoniali disposti dai Tribunali di Roma e Napoli nei confronti, tra gli altri, di Palumbo.