Tempo di lettura: < 1 minuto

Torre Annunziata (Na) – ”La scarcerazione di alcuni personaggi di spicco legati alla criminalità organizzata locale, in un contesto già particolarmente compromesso come quello che vive Torre Annunziata, sta avendo il nefasto effetto di scatenare una guerra tra fazioni rivali per il controllo del territorio’‘. A parlare è il sindaco della città vesuviana, Vincenzo Ascione, che commenta così l’agguato avvenuto oggi, in pieno giorno, vicino alla Chiesa di Sant’Alfonso de’ Liguori, dove un pregiudicato, Francesco Immobile, di 35 anni, è stato assassinato con colpi di arma da fuoco, episodio che segue quello avvenuto ieri con il ferimento di un cinquantasettenne. ”È una situazione che ormai non è più sostenibile – prosegue il primo cittadino – per la quale è necessario assumere provvedimenti drastici, prima che possa ulteriormente degenerare’‘. ”Riponiamo – l’ultima riflessione del sindaco di Torre Annunziata – la massima fiducia nell’operato di forze dell’ordine e della magistratura affinché vengano al più presto assicurati alla giustizia i responsabili di tali deprecabili azioni”