Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Con tutte le precauzioni del caso si va verso la ripresa del campionato di calcio. Ma l’assessore allo Sport del comune di Napoli, Ciro Borriello, avanza l’ipotesi di riaprire gli stadi nelle Regioni dove si va verso gli zero contagi.

L’idea potrebbe far ripopolare gli stadi con famiglie e bambini, una missione che in Italia si prova a rendere attiva da tempo, ma ad oggi in maniera del tutto vana. Borriello chiarisce però che prima di una possibile riapertura stadi va sicuramente coinvolto anche il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora.

Vorrei avere una interlocuzione con il ministro Spadafora – racconta Borriello ai microfoni di Radio Punto Nuovo – su una proposta che dia un segno di fiducia e di entusiasmo e riportare i bambini con le famiglie allo stadio, magari facendo usare un seggiolino su tre, facendo stare vicini solo i nuclei familiari sarebbe molto bello, sempre rispettando le regole. In fondo si sta programmando la ripartenza dei teatri e dei cinema, che sono luoghi chiusi, non vedo perché non ragionare anche su eventi di passione popolare come il calcio“.

Borriello, inoltre, ha tenuto a precisare che anche una possibile ripresa della Serie A, ma senza tifosi sarebbe un qualcosa di spaventoso. Per l’assessore allo Sport, ma non solo, senza tifosi allo stadio si perderebbe la vera essenza del calcio, e dello sport in generale. Concludendo l’assessore strizza l’occhio sull’idea di un finale di stagione tutto al Sud: “Il Mezzogiorno potrebbe ospitare le partite nelle Regioni che a giugno arriveranno a zero contagi“.