Caos rifiuti, Dema contro lo stop all’impianto di Acerra: «Dalla Regione ennesimo scaricabarile»

Tempo di lettura: 1 minuto
Napoli – Rischio emergenza rifiuti, è sempre più scontro aperto tra il sindaco metropolitano Luigi de Magistris e la Regione Campania. «Ancora una volta qualcuno prova a fare il gioco di prendersi tutti i meriti quando le cose funzionano e a scaricare le responsabilità quando ci sono problemi». Il primo cittadino commenta così la nota diffusa dalla Regione Campania in riferimento al previsto stop del termovalorizzatore di Acerra.
 
«Voglio ricordare – ha proseguito de Magistrische siamo sempre stati al fianco dei territori martirizzati da anni di scellerata politica di gestione rifiuti e sempre insieme ai movimenti abbiamo detto che chi ha già pagato non deve subire ulteriori vessazioni». «Con Sapna Napoli, la nostra azienda per la gestione dei rifiuti – conclude de Magistris – stiamo procedendo a una programmazione che ci consentirà di individuare i siti di trasferenza di immediata utilizzazione, rispettando il principio di prossimità e soprattutto salvaguardando i territori che hanno già dato. Su Giugliano e Acerra siamo stati sempre chiari, i verbali parlano chiaro, la propaganda e la meschinità la lasciamo ad altri. Noi vogliamo lavorare in uno spirito di squadra. Poi ci sono la coerenza e le storie personali che fanno la differenza».