Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Ritorna anche per quest’anno il progetto “Un Ponte verso l’Architettura” promosso dal Museo e Real Bosco di Capodimonte insieme all’associazione Amici di Capodimonte Onlus.

Attraverso degli interessantissimi laboratori gratuiti, i bambini, a partire dai 6 anni potranno scoprire le peripezie che si nascondono dietro il mondo dell’architettura, nella splendida location del Museo di Capodimonte negli spazi dedicati alla collezione dei Manifesti Mele a cura dell’associazione Archipicchia.

Il primo incontro si terrà oggi, domenica 12 gennaio 2020, alle ore 10,45 alle 12,30 e sarà un laboratorio per bambini di età tra gli 8-10 anni.

Per partecipare agli incontri gratuiti è necessaria la prenotazione obbligatoria tramite mail al seguente indirizzo: [email protected]; maggiori info: amicidicapodimonte.org.

I prossimi incontri

  • 16 FEBBRAIO – Accendiamo la luce – La luce, il buio e il loro ritmico alternarsi sono elementi fondamentali della poetica di Santiago Calatrava. Semplici ma significativi elementi naturali, diverranno una tappa fondamentale del nostro percorso laboratoriale per avvicinarci ai segreti dell’architettura. Insieme ai bambini, costruiremo e giocheremo con la spazialità di luci e ombre. Età consigliata: 5-8 anni
  • 15 MARZO – Tutti giù per terra – L’equilibrio è un altro aspetto fondamentale dell’architettura e delle regole costruttive ed estetiche, che nell’opera di Calatrava vengono continuamente sfidate. Ma cosa sono l’equilibrio, il peso, il ritmo? Conosceremo insieme queste regole e realizzeremo delle sculture che le sfideranno! – Età consigliata: 8-10 anni
  • 19 APRILE – La metà che completa. Osserveremo il corpo per conoscere la simmetria e giocheremo con i movimenti, davanti allo specchio, per “riflettere” sulle opere dell’architetto spagnolo che giocano con questo elemento. Sperimenteremo come costruire improbabili architetture dando loro una nuova dimensione, dettandone le regole: simmetria, ripetizione, asimmetria… Età consigliata: 5-8 anni
  • 17 MAGGIO – Architettura danzante – L’opera di Calatrava sembra trasformare il corpo statico dell’architettura in un corpo in movimento. Non solo architettura che si muove, ma forme che ispirano il movimento, che segnando una traiettoria permettono all’occhio di chi osserva di percepire il movimento. Con i bambini ci muoveremo, ruoteremo, imposteremo i nostri movimenti come traccia dalla quale partire per realizzare piccoli edifici dalle forme antropomorfe. Età consigliata: 5-8 anni
  • 14 GIUGNO – Ciudad natural – A partire dal modello in mostra de la Ciutat de les Arte i les Ciències di Valencia, costruiremo insieme ai bambini un’opera collettiva dove ognuno potrà progettare e realizzare il suo padiglione. Creeremo architetture dalle forme organiche, ispirate alla natura e costruiremo tutti assieme una Città naturale e dei Bambini. Età consigliata: 8-10 anni