Tempo di lettura: 3 minuti

Capri (Na) – È una giornata di soddisfazione, direi di festa, e non solo per la Campania, ma per l’Italia, perché Capri è un brand mondiale“. Visibilmente soddisfatto, Vincenzo De Luca, annuncia dalla celebre ‘piazzetta’, dove è stato allestito un palco con il logo della Regione e la scritta “Campania sicura”, la seconda isola del Golfo di Napoli “Covid free” dopo Procida.
Quando due mesi fa abbiamo annunciato questo obbiettivo, sia per ragioni sanitarie, che per avere un rilancio internazionale del turismo campano e nazionale, c’è stata qualche incertezza. Oggi, mi pare che si siano convinti tutti” dice ai giornalisti. “La Campania ha dato una prova di efficienza – aggiunge – ieri siamo arrivati quasi a 60 mila somministrazioni. Provate a immaginare – prosegue, riprendendo la polemica con il Governo – che cosa avremmo fatto se avessimo ricevuto le 200mila dosi che ci spettavano e che stiamo ancora aspettando”.
La prossima tappa – annuncia il presidente della Giunta regionale – è Ischia, tra due settimane. Poi proseguiremo con Sorrento, Amalfi, ed arriveremo al Cilento, per prepararci ad accogliere milioni di turisti ed evitare che se ne vadano in Spagna o in Grecia“.
L’altro obbiettivo è quello di immunizzare la città di Napoli entro luglio“. De Luca rilancia la polemica con il Governo nazionale. “La pre-condizione, ovviamente, è che arrivino i vaccini, che non abbiamo. E probabilmente dovremo chiudere lunedì il Centro vaccinale della ASL Na1 alla Mostra d’Oltremare per mancanza di vaccini. Sarebbe un delitto, lo denuncio ancora una volta”.
Ma a Capri, dove spuntano i primi turisti. (“Le prospettive sono buone – dice il consigliere delegato al turismo, Ludovica Di Meglio – stanno arrivando le prenotazioni dagli Usa”), l’atmosfera è rilassata e festosa. De Luca saluta in inglese i turisti e poi accenna una strofa di “Malafemmina” con il titolare di un noto locale dell’ isola, Guido Lembo. Ad ascoltarlo in piazzetta c’è anche Peppino Di Capri, con il quale si intrattiene a parlare. “L’isola immunizzata? Una grande idea – dice il musicista – adesso si può sperare. Penso soprattutto ai giovani, non sempre responsabili“. Ci sono prospettive migliori anche per lo spettacolo? “Si, finalmente. Si è parlato al massimo del teatro, ma i turisti hanno bisogno anche della nostra musica”.
Insieme col direttore generale della Asl NA1, Ciro Verdoliva, che ha annunciato l’ inizio dei lavori di ristrutturazione dell’ospedale “Capilupi”, De Luca ha visitato poi i centri vaccinali di Anacapri e di Marina Grande.
Ad Anacapri, accompagnato dal sindaco Alessandro Scoppa, il presidente della Regione si è complimentato con gli operatori del Centro vaccinale per il lavoro svolto. Tappa successiva a Marina Grande, nel Centro vaccinale di Palazzo a Mare, allestito in una tendostruttura. Qui De Luca si è soffermato con il delegato alla Sanità del Comune di Capri, Bruno d’ Orazi e con gli operatori.