Tempo di lettura: 3 minuti

Nola (Na) – “Per favore Dio falla svegliare. Ti prego”. Questa la silenziosa preghiera di Pietro, il fratello di Claudia Gherardelli la fotografa di Piazzolla di Nola scomparsa il 29 luglio e ritrovata il giorno dopo in Calabria.

Dopo l’annuncio del suo ritrovamento, dato dai familiari di Claudia, ci sono nuovi sviluppi sul caso. Claudia è bellissima, ha occhi lucenti e un sorriso contagioso nella foto che da giorni circola su tutti i giornali e, al suo volto, è ora legata la storia della sua probabile fuga.

Era uscita per andare in farmacia senza portare con sé chiavi di casa, documenti e cellulare e non è più rientrata. Marito e familiari si sono attivati per ritrovarla coinvolgendo anche le forze dell’ordine. Il giorno dopo, la buona notizia: Claudia sta bene, è a Reggio Calabria, lontana quasi cinquecento chilometri da casa, ma sta bene.

Eppure qualcosa non va nel verso giusto. È il fratello Ciro che su Facebook il 30 luglio scrive: “Ho il cuore che mi scoppia. Hanno trovato Claudia e sta bene”. L’intera comunità tira un sospiro di sollievo per quella ragazza che pareva essere scomparsa nel nulla. Ma solo il giorno dopo, il 31 luglio, si aggiunge un nuovo tassello al caso, Claudia è in coma farmacologico.

Anche stavolta a darne notizia sono i fratelli. Pietro scrive sul social: “Per favore pregate per la mia sorellina Claudia abbiamo bisogno di preghiere da tutti quelli che credono e fiducia nel nostro signore Gesù, sosteniamo tutti insieme con una preghiera al cielo, mia sorella e in sala di rianimazione in coma farmacologico con diverse fratture. Sta lottando fra la vita e la morte. Vi prego solo di donare insieme una preghiera in silenzio. Dio è grande”.

Un messaggio di speranza a cui si aggiunge quello di Ciro: “Chiedo a tutte le persone che ci sono state vicino di pregare per la mia sorellina che si possa svegliare. Claudia deve vivere”.

Infine, anche Teresa, la sorella, si è lasciata andare su Facebook scrivendo: “Per favore, la mia adorata sorellina Claudia Gherardelli, è stata ritrovata ma ha bisogno di preghiere perché é in coma, vi prego nelle vostre preghiere chiedete a Dio che la guarisce da tutti i suoi mali, affinché torni tra noi. È ancora giovane, ha 32 anni ed è una ragazza semplice e dolce ed io la amo, tutta la sua famiglia la ama. Questo è un appello di aiuto di preghiera, vi prego aiutateci”.

Si moltiplicano le domande su cosa sia realmente successo a Claudia. Cosa stava pensando quando si è diretta a Reggio Calabria? Perché è fuggita via senza lasciare tracce? Perché ora è in coma farmacologico? Cosa le è successo in questi giorni?