Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – “La scuola non si chiude, né in Campania né altrove” con questo slogan gli operatori della scuola arrivano sotto il ministero dell’Istruzione a Roma.

Proseguono le proteste contro la chiusura degli istituti campani voluta dal Governatore, Vincenzo De Luca. Oggi mobilitazione in tutta Italia, a Napoli manifestanti in presidio a Santa Lucia.

La protesta è indetta dal Comitato Priorità alla Scuola che ha chiamato a raccolta gli operatori scolastici di tutta la penisola per un flash mob in contemporanea con ben 13 città del Paese davanti a Prefetture e Regioni.

Questa volta siamo qui per sostenere Azzolina e rafforzare la sua battaglia per tenere aperte le scuole” – hanno spiegato i manifestanti in presidio sotto il Miur contro l’ordinanza di De Luca.

Con queste mobilitazioni, oggi su scala nazionale il Comitato Priorità alla scuola “vuole dare solidarietà agli studenti e alle famiglie campane e ribadire ancora una volta che il diritto all’istruzione in presenza deve essere garantito a tutti”. Mentre la protesta continua anche sui social dove è stato lanciato l’hashtag #lascuolanonsichiude.

Una delegazione ricevuta dal Ministero. Priorità alla ScuolaLa scuola deve essere l'ultima a chiudere.

Publiée par Cattive Ragazze sur Lundi 19 octobre 2020