Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo quasi cinque anni di insulti, in cui non si è degnato neppure di ascoltare una sola nostra proposta in Consiglio regionale, un debolissimo Vincenzo De Luca, oramai alla frutta e vicinissimo all’esalare l’ultimo respiro politico, ha osato addirittura telefonare a un consigliere del nostro Gruppo, proponendogli un incontro nei suoi uffici di palazzo Santa Lucia“.

Sono queste le parole che Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento 5 Stelle in consiglio regionale della Campania, usa in un post di Facebook per svelare un retroscena che vedrebbe il governatore De Luca rompere il muro eretto contro i pentastellati in vista delle prossime elezioni regionali. Un incontro, come riporta la Ciarambino, che sarebbe stato richiesto – attraverso una telefonata – al consigliere Tommaso Malerba. 

Dopo aver provveduto a informare il capogruppo e l’intero Gruppo del M5S, con garbo istituzionale, nel rispetto del ruolo e non certo della persona, l’invito del governatore è stato rispedito al mittente. Mai avremmo potuto accettare di sederci a trattare con il nemico della Campania – continua la Ciarambino –  Mai nessuno di noi intavolerà alcuna forma di dialogo con chi ci ha sistematicamente fatto sbattere le porte in faccia ogni volta che avremmo voluto discutere o proporre provvedimenti nell’interesse dei cittadini della Campania. Continuasse a tenere chiuse quelle porte, almeno fino a che non si spalancheranno quando lascerà definitivamente il palazzo della Regione Campania“.