- Pubblicità -
Tempo di lettura: < 1 minuto

Vendeva nel proprio negozio ben 600 coltelli, ma senza disporre della licenza di commercio per le armi da taglio. Agenti della Polizia Municipale, reparto Tutela Ambientale/Investigativa Centrale, hanno sequestrato i coltelli e denunciato la titolare dell’esercizio, una cittadina cinese, nella zona di Poggioreale. Le armi, tutti coltelli a serramanico, caratterizzati da lame taglienti e punte acuminate, presentavano varie fogge e dimensioni, con pericolose caratteristiche non riconducibili a un utilizzo domestico. Durante ulteriori controlli condotti dall’Unità Operativa territoriale sul territorio di Soccavo/Pianura sono stati elevati 20 verbali, per guida senza patente, mancata copertura assicurativa e mancato utilizzo del casco protettivo.