Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Contrasto alle armi in zona Chiaiano. Questo l’obiettivo della compagnia Napoli Vomero che ha messo in atto una serie di controlli nel quartiere e nelle vicine zone periferiche.

Perquisizioni e posti di controllo nelle zone più sensibili perché, nonostante i molteplici impegni che vedono in questo periodo i Carabinieri in prima linea, la lotta alla criminalità diffusa non si ferma. 87 persone identificate, 38 delle quali già note alle forze dell’ordine, 1 pistola e 3 armi bianche il bilancio dei militari. Non sono mancati i controlli con il metal detector presso la metro di Chiaiano dove i Carabinieri hanno denunciato due ragazzi trovati in possesso di due coltelli a serramanico e di due spinelli. Denunciati per porto abusivo di arma bianca e segnalati alla prefettura quali assuntori di sostanza stupefacente. Altri 7, i ragazzi segnalati alla prefettura, anche loro sono stati trovati in possesso di modiche quantità di droga. Alla stazione metro di Chiaiano non sono mancati i controlli al greenpass. Dal 6 dicembre sono quasi 7mila le persone controllate. Ieri 11 sono state sanzionate perché senza la prevista carta verde. A Piscinola i Carabinieri della stazione di Marianella hanno arrestato per detenzione di arma clandestina un 31enne incensurato di Pianura. I militari hanno notato due uomini a bordo di un’utilitaria a via Napoli e gli hanno intimato di fermarsi. L’autista non ha accettato l’invito e tentato di fuggire, pochi metri ed i Carabinieri li fermano. Perquisiti, il 31enne è stato trovato in possesso di una pistola beretta calibro 7,65 con matricola abrasa e pronta a sparare – nel caricatore 8 colpi. Durante la perquisizione, i Carabinieri hanno trovato e sequestrato anche una mazza, come quelle da baseball, lunga 40 centimetri. Il passeggero – ha 29 anni ed anche lui è incensurato – è stato segnalato alla Prefettura quale assuntore di sostanza stupefacente, nelle sue tasche una dose di marijuana. L’arrestato è stato condotto al carcere in attesa di giudizio. La pistola sequestrata sarà sottoposta ai rilievi balistici per verificare il suo eventuale utilizzo in fatti di sangue o altri delitti.