Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Nuovo farmaco per la cura della Covid-19 negli ospedali di Pozzuoli, Ischia, Frattamaggiore e Giugliano sono sotto la lente di un centro di ricerca di Boston. “Stiamo portando avanti un’analisi di real world sui nostri pazienti, utilizzando l’Eculizumab dell’approccio di Boston. Ovviamente siamo ancora all’inizio, ma i primi risultati ci paiono molto interessanti – ha spiegato all’Ansa Gaetano Facchini primario di Oncologia dell’ospedale di Pozzuoli. 

Il lavoro dell’ASL Napoli 2 Nord anticipa le ricerche che stanno partendo negli Stati Uniti, con lo stesso tipo di farmaco. “L’approccio terapeutico di Boston è stato messo a punto lo scorso 11 marzo con uno studio effettuato su due pazienti. Attualmente la nostra realtà è quella che sta analizzando la casistica più numerosa al mondo. Siamo molto fiduciosi”. L’Eculizumab è un inibitore della porzione terminale della cascata del complemento che agisce modulando la risposta infiammatoria, e sarà testato all’interno dello studio SOLID-C19 nella speranza di spegnere la risposta infiammatoria, permettendo ai pazienti di rimanere in trattamento con terapia di supporto.