Tempo di lettura: < 1 minuto

E’ morto a Napoli, il dottor Maurizio Galderisi, 65 anni, professore di Medicina Interna all’Università Federico II. Il docente, era risultato positivo al Covid-19 e successivamente era stato ricoverato in ospedale. Tra i primi a ricordarlo c’è il suo maestro, Giovanni De Simone. “Una parte di me se n’è andata, portata via dal Covid-19. Un fratello minore, 40 anni passati insieme ad amarci, proteggerci ed odiarci, come avviene tra fratelli. Una perdita immensa per la cardiologia europea e mondiale. Un grandissimo cardiologo clinico ed un ricercatore di rara portata. Uno dei più grandi ecocardiografisti del mondo. Lascia una scuola formidabile. Una perdita incolmabile per la quale difficilmente potrò darmi pace”. 

Un altro collega di Galderisi scrive su Facebook: “Non vogliamo essere persone eccezionali, vogliamo essere medici, infermieri, professionisti che possono svolgere il proprio lavoro: prenderci cura dei nostri pazienti e salvarli quando è necessario avendo a disposizione tempo, spazi e attrezzature adeguate. Oggi il Coronavirus ci ha portato via il professore Maurizio Galderisi, un caro amico. Una perdita immensa per cardiologia italiana, europea e mondiale. Il mio cuore si ferma, non sarebbe dovuto succedere. Ti abbraccio forte”.