Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Continua l’inchiesta sulla realizzazione del Covid Hospital all’Ospedale del Mare di Ponticelli. I militari dell’Arma, su delega della Procura, hanno perquisito nelle ultime ore casa e ufficio del manager dell’Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva. Posto sotto sequestro anche il telefono del direttore sanitario.

L’ipotesi di reato, portata avanti dalla pm Mariella Di Mauro insieme al procuratore aggiunto Giuseppe Lucantonio, è concorso in turbativa d’asta e frode in pubbliche forniture.
Al centro degli accertamenti la gara, da circa 15 milioni e mezzo di euro, svolta a metà marzo ed aggiudicata dalla centrale regionale Soresa all’azienda padovana “Manufactorimg engineering & development srl”.
Proprio all’azienda di Padova è stata così affidata la costruzione dei moduli prefabbricati con all’interno 72 nuovi posti letto di terapia intensiva, per realizzare l’ospedale da campo nel parcheggio del nosocomio di Napoli Est. La procedura fu conclusa in meno di un giorno, in vista della situazione di emergenza.