Tempo di lettura: 2 minuti

Torre Annunziata (Na) – Dopo i fatti di violenza che sono stati registrati nei giorni scorsi a Torre Annunziata (Napoli), i carabinieri, come stabilito durante il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, hanno passato al setaccio le strade della citta e di alcuni comuni vicini. Sono stati anche eseguiti controlli per “blocchi di edifici”. I militari, supportati dai Carabinieri del Reggimento “Campania” e del Nucleo Elicotteri di Pontecagnano hanno presidiato il parco di edilizia popolare “Penniniello”. In manette è finito un 44enne di Scafati (Salerno): è stato sorpreso mentre vedeva una dose di cocaina ad un cliente. Denunciati per furto di energia elettrica due cittadini che avevano realizzato degli allacci abusivi diretti alla rete pubblica verso i rispettivi alloggi popolari di proprietà comunale. Denunciato per porto abusivo e alterazione di armi un giovane di 24 anni trovato in possesso di una pistola a salve priva di tappo rosso, completa di caricatore e 8 cartucce. Rinvenute e sequestrate in aree comuni dell’isolato 21, 11 grammi di “cocaina” e 102 grammi di “marijuana” suddivisi in 110 dosi già confezionate. A Pompei i carabinieri, durante un controllo stradale hanno identificato ed arrestavano un 26enne: l’uomo, sottoposto a sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno: è stato sorpreso in via Sacra in violazione degli obblighi imposti in compagnia di 20enne incensurato e di un pregiudicato 25enne. Questi ultimi sono stati denunciati a piede libero perché trovati in possesso di 1 sfollagente telescopico, di un tirapugni e di due coltelli. Durante il servizio sono state effettuate 26 perquisizioni locali e controllate 98 persone e 34 veicoli. Due gli assuntori di droga segnalati al Prefetto perché trovati in possesso di modiche quantità di marijuana. Gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa rito direttissimo.