Tempo di lettura: 2 minuti

di Carlo Tarallo

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, attacca pesantemente il leader della Lega, Matteo Salvini: “Con i tweet non si governa l’Italia”, dice De Luca nel corso del suo intervento all’assemblea pubblica di Confindustria, “o andando in giro per il paese facendo campagna elettorale. Devi buttare il sangue dalla mattina alla sera sui problemi. I problemi di sicurezza ci sono anche a Milano, a Napoli ho chiesto da un anno l’istituzione di un posto di polizia all’ospedale San Giovanni Bosco dove c’era un insediamento di camorra. Ci si appassiona alle barche ma sulla sicurezza urbana non è stato fatto niente in un paese in cui il principio di autorità è stato distrutto e ognuno pensa di poter fare quello che vuole”De Luca, letteralmente scatenato, attacca Salvini anche sui rifiuti: “Ogni tanto in questa campagna sfrenata di demagogia Salvini dice che dobbiamo fare cinque termovalorizzatori. Prima domanda. Dove li vuoi fare? Non risponde. Ma la cosa più ridicola è che dieci anni fa, io ero sindaco”, ricorda De Luca, “mi ero candidato a fare un termovalorizzatore a Salerno. Facemmo la gara. Non parteciparono alla gara i grandi gruppi. Perchè? Perchè non c’era nessuna garanzia offerta all’investitore privato sui conferimenti. Non sono riuscito ad avere nè dalla protezione civile nazionale nè dal Governo Berlusconi nè dalla Regione Campania di allora una norma che rendesse obbligatorio il conferimento dei rifiuti della provincia di Salerno al termovalorizzatore. Dopodichè la cosa è saltata. La scelta che abbiamo fatto è un’altra: nessun termovalorizzatore e realizzazione di 15 impianti di compostaggio per la lavorazione dell’umido”.