Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Se non ci fosse bisognerebbe inventarlo, il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris. Di fronte a una vera e propria bufera di proteste su quella assurda scenografia della trasmissione di Massimo Giletti con il Vesuvio che erutta fumo e palline di Covid, andata in onda per la seconda settimana consecutiva, e sempre in sua presenza, Giggino dice di non essersi accorto di niente: “Il Vesuvio che sembra eruttare virus? Un’immagine brutta, di certo sbagliata di cui francamente non mi sono neppure accorto”, dice De Magistris, “in quanto ero in collegamento dal mio ufficio e non guardavo la scenografia”.

De Magistris difende Giletti fino allo stremo, e del resto c’è da comprenderlo: è sostanzialmente un ospite fisso di Non è l’Arena: “La trasmissione, però, non è stata affatto contro Napoli. Anz”, aggiunge Giggino, “si è documentato ieri come altre volte come la cattiva gestione politica della sanità regionale stia danneggiando i cittadini napoletani e gli operatori sanitari. Il disegno è quindi sgradevole”, ammette il sindaco, “ma contestualizzandolo con il tema in trasmissione, non ha nulla a che vedere con le campagne denigratorie nei confronti della città che spesso siamo costretti a leggere, a vedere ed ascoltare”.