Tempo di lettura: 3 minuti

Di Carlo Tarallo 

Napoli – Inizia la campagna elettorale di Stefano Caldoro, candidato in pectore alla presidenza della Regione Campania per il centrodestra. Manca ancora l’ufficialità, ma ormai i giochi sono fatti: la scelta del candidato, in Campania, stando agli accordi nazionali tra Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni, spetta a Forza Italia, che attraverso le parole del leader, Silvio Berlusconi, ha ufficialmente designato l’ex governatore. Fratelli d’Italia e Lega sono d’accordo, anche se si attende la chiusura della trattativa sulla candidatura a presidente della Calabria per ufficializzare la designazione di Caldoro.

Questa mattina, a chiudere ogni discorso ci ha pensato Licia Ronzulli, senatrice di Forza Italia, braccio destro di Silvio Berlusconi e da sempre in ottimi rapporti con il leader della Lega, Matteo Salvini: “Caldoro”, ha detto la Ronzulli, “è il candidato di Forza Italia per il centrodestra nella regione Campania e, quindi, mi fermo alla fotografia fatta due giorni fa. BerlusconiSalvini e la Meloni, si dovranno vedere o durante il fine settimana o all’inizio della prossima settimana, ancora la data non c’è. Nel giro di una settimana, dieci giorni”, ha aggiunto la Ronzulli, “ci dovrà essere sicuramente un altro vertice per parlare non soltanto della Campania ma innanzitutto del programma elettorale per l’Emilia, che va a voto il 29 gennaio, del candidato della Calabria, dei programmi che i candidati devono portare . Sarà un vertice più ampio dove verranno stabilite e rese note le decisioni”.

Anche da Fulvio Martusciello, europarlamentare di Forza Italia ed esponente di punta del partito a Napoli e in Campania, è arrivato il plauso alla scelta di Berlusconi: “C’è una volontà”, ha detto Martusciello a Radio Crc, “da parte del centrodestra, di costruire una coalizione, promuovendo la classe dirigente. Berlusconi ha formulato una proposta, che risulta autorevole. Non ci resta altro che pedalare. Stefano Caldoro”, ha aggiunto Martusciello, “è il miglior candidato possibile, più forte anche della Carfagna. Crede nella volontà di stare insieme. E’ una scelta che va nella giusta direzione. Adesso sta a noi creare liste credibili per governare in maniera giusta la Regione”.

Via libera anche da Fratelli d’Italia: “Stefano Caldoro”, ha detto il Questore della Camera dei deputati, Edmondo Cirielli, esponente di primissimo piano del partito della Meloni in Campania, “è una persona perbene, competente, con esperienza politica e amministrativa. Ha risanato i conti della Campania e si preparava a rilanciare l’azione del territorio grazie a questo risanamento, nei cinque anni De Luca ha sperperato tutti quei fondi senza ottenere nessun risultato. Questa è la proposta di Forza Italia”, ha aggiunto Cirielli, “a livello nazionale si era detto che c’era un’opzione forte di Forza Italia in Campania e quindi Berlusconi ha detto correttamente ai suoi parlamentari che la scelta per loro è Caldoro. Giorgia Meloni, che aveva già avuto modo di dire che Caldoro aveva lavorato bene, ha solo ricordato che non si vota soltanto in Campania ma anche in Emilia Romagna e in Calabria e ancora non abbiamo i candidati. Voleva dire: muoviamoci a fare una scelta complessiva”.