Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli –  Protesta al carcere di Poggioreale di Napoli, sia all’interno con un gruppo di detenuti che all’esterno con un gruppo di una trentina di donne che hanno bloccato alcuni agenti di polizia penitenziaria all’interno di un parcheggio lanciando anche alcune bottiglie di vetro. Lo rende noto il Sappe che individua come causa scatenante la morte, giorni fa, del detenuto Claudio Volpi, 34 anni, in carcere per reati legati alla droga.

I detenuti dei reparti ‘Livorno’ e ‘Salerno’ hanno messo in atto una protesta ‘rumorosa’ battendo oggetti contro le sbarre mentre all’esterno “un gruppo di circa 30 donne, familiari di detenuti – spiega il Sappe – hanno lanciato bottiglie e pietre sia contro il cancello ed anche all’interno del parcheggio per protesta contro il personale di polizia penitenziaria sequestrando una decina di colleghi all’interno”. Tra i manifestanti anche la moglie di Volpi.