Tempo di lettura: 4 minuti

Napoli – Diario della campagna elettorale di Napoli, giovedì.

Dopo Alessandra Clemente, un altro assessore lascia la giunta De Magistris che, a questo ritmo, potrebbe arrivare nudo alla meta.

Si tratta di Raffaele Del Giudice, che aveva queste deleghe: ambiente; rifiuti; lotta ai cambiamenti climatici; ossigeno bene comune; acqua pubblica e ciclo integrato delle acque oltre al coordinamento funzionale delle partecipate operanti nei settori di competenza.

Del Giudice non sosterrà la corsa a sindaco di colei la quale è stata sua collega di giunta fino a due giorni fa, Alessandra Clemente, ma quella di Gaetano Manfredi.

In effetti, prima della sua avventura arancione, Del Giudice aveva diversi estimatori anche all’interno del Partito Democratico, ora perno della coalizione dell’ex rettore.

A proposito del professore: oggi ha presentato il simbolo della sua civica personale, “Lista Manfredi sindaco”.Simbolica la scelta dei colori: lo sfondo verde testimonia l’attenzione al tema della transizione ecologica, l’azzurro rappresenta l’anima della città, il rosso è un richiamo alla passione dei napoletani“. Ipse dixit.

Antonio Bassolino, intanto, ha lanciato Fabiana Sciarelli alla presidenza della Prima Municipalità (quella di Chiaia, Posillipo e San Ferdinando): “Fabiana è professoressa di economia e gestione delle imprese all’Università L’Orientale di Napoli, da tempo si occupa di sviluppo del territorio e da sempre è impegnata in progetti culturali e sociali come Made in earth- un sorriso per tutti”.

Sguardo all’altra parte del cielo. Ieri sera, su Rete 4, nel corso della trasmissione “Zona bianca”, il candidato sindaco del centrodestra Catello Maresca si è augurato che il Reddito di Cittadinanza venga rivisto.

Così come lo hanno concepito i grillini non solo non favorisce l’occupazione incentivando il lavoro nero, ma in molti casi foraggia la criminalità organizzata – ha argomentato il candidato sindaco – Che delinquenti percepiscano indebitamente l’assegno mensile quando centinaia di commercianti stanno pensando di abbassare la saracinesca e le aziende chiudono i bilanci in rosso, è davvero inaccettabile”.

A un certo punto, i toni si sono surriscaldati con un altro ospite napoletano in collegamento con lo studio: Giuliano Granato di Potere al Popolo. Maresca, infatti, ha sottolineato il paradosso secondo il quale “ora sono i lavoratori a chiedere alle aziende di essere pagati in nero”. Per Granato, invece, chi vince la gara dei più furbi sono da considerare sempre gli imprenditori.

Finale sul centrodestra. Forza Italia viaggia facendo segnalare un caso al giorno.

Ieri l’addio di Alessandra Caldoro, il cui ingresso in Fratelli d’Italia è stato festeggiatissimo. Così, ad esempio, il coordinatore cittadino del partito di Giorgia Meloni, Andrea Santoro: “Un orgoglio averla con noi: il nostro progetto è dare una casa politica a tutti coloro che vogliono impegnarsi pur provenendo da esperienze diverse nell’ambito del centrodestra”. La diretta interessata, in una intervista al sito del Corriere del Mezzogiorno, si è detta pronta a candidarsi.

Tornando a Forza Italia: oggi il coordinatore regionale Mimmo De Siano ha cancellato la delega affidata dal vice coordinatore Franco Silvestro ad Aniello Baia per formare la lista elettorale del partito ad Afragola. “Questa prerogativa spetta ad Antonio Pentangelo“. E’ finita con quest’ultimo, nelle vesti di coordinatore provinciale, che ha nominato Fulvio Martusciello, punto di riferimento di Franco Silvestro, commissario di Forza Italia ad Afragola. Come se l’euroeputato non avesse già tanto lavoro a Napoli, dove è coordinatore cittadino.

Capitolo Lega. Anzi, capitolo “Prima Napoli”. Anche qui si è presentato ufficialmente il simbolo: nemmeno l’ombra del Carroccio e di Alberto da Giussano, ma “in evidenza il tricolore italiano che sintetizza il forte legame con il progetto nazionale di Matteo Salvini e il ruolo che Napoli merita nel panorama nazionale con la guida di Maresca sindaco. Sulla testa del simbolo la scritta ‘Progetto per Napoli’ che indica la particolarità della proposta associativa e civica a sostegno del candidato di centrodestra”.