Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – “Ah, che bellu ccafe'”, cantava Fabrizio De André. Ma la città che non smette mai di sorprendere per creatività ora addirittura si inventa un dolce in caffettiera. A Napoli nasce il Mokamisù, grazie al genio creativo di Vincenzo Ferrieri, patron di SfogliateLab, storica pasticceria di piazza Garibaldi.

“Questa volta ho voluto conferire un tocco di napoletanità a un dolce le cui origini non ci appartengono, ma che piace tanto ai napoletani. Non ho manipolato la ricetta, piuttosto il modo di presentare il tiramisù, che viene servito in una moka che chi lo mangia può tranquillamente portare a casa”, ha spiegato Ferrieri, che non è nuovo ad intuizioni di questo tipo. Fu lo stesso pasticcere ad inventare la Sfogliacampanella, la sfogliatella riccia con il cuore di babà. 

Il mokamisù potrebbe diventare il pezzo forte del nuovo bar-pasticceria che Ferrieri sta aprendo a piazza Dante. Un tiramisù, preparato secondo la ricetta classica, ma con la particolarità di essere servito all’interno di una moka, “must have” di tutte le case napoletane. 

Mi piace pensare che questo dolce, già dal nome rincuorante, presentato in questo modo possa rappresentare la ripresa del nostro PaeseLa moka è il primo oggetto che utilizziamo al mattino per fare quel caffè che  ci dà la giusta carica di energia per affrontare la giornata. Ci auguriamo di dimenticare presto questi mesi mettendoci tutto il nostro impegno per tornare presto alla nuova normalità… Noi in primis: purtroppo mio padre Salvatore è stato affetto da Covid, dedico a lui e a tutti coloro che sono guariti quest’apertura. Un nuovo inizio è possibile!“.