Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Grastim, società italiana specializzata in impianti ad alta efficienza per l’industria, si aggiudica un contratto da 13 milioni di euro con Froneri, la joint venture tra Nestlè e R&R. L’accordo prevede un servizio energia della durata di 7 anni, durante i quali Grastim, finanzierà e gestirà operativamente un nuovo impianto di Trigenerazione presso lo storico stabilimento Gelati Motta di Ferentino, in provincia di Frosinone.

Il progetto riveste un’importanza cruciale per le strategie di Froneri; la società ha infatti recentemente annunciato investimenti per 30 milioni di euro al 2019 per rinnovare, grazie all’utilizzo di moderne tecnologie, lo stabilimento di Ferentino, destinato così a diventare il principale polo produttivo europeo della società. Tra gli obiettivi, il rilancio della produzione di Maxibon e Mottarello.

L’output energetico (energia elettrica, termica e frigorifera), sarà fornito a Froneri a prezzi scontati e garantiti. In questo modo il cliente risparmierà il 20% del costo energetico su base annuale. Il nuovo assetto energetico dello stabilimento, rispetto al precedente, avrà importanti riflessi ambientali: è previsto un risparmio annuo di 330 t/anno di CO2.

L’impianto si basa su un motore a combustione interna alimentato a gas naturale da 2,7 MW elettrici, una caldaia a recupero a tubi di fumo da 1,4 t/h di vapore ed un impianto di assorbimento ad ammoniaca (AARP) per raffreddare acqua gelida a temperature prossime allo 0°C. “E’ proprio l’impianto ad assorbimento di ammoniaca che rende la cogenerazione altamente efficiente anche nelle industrie dove il “freddo” a bassa temperatura è parte del processo”, dichiara Baldo Pavolini, Direttore Tecnico di Grastim JV.

La struttura è tutta modulare, smontabile e facilmente trasportabile altrove. Ferentino è il terzo impianto che Grastim realizza per il gruppo Froneri (2 in Italia e 1 in Germania) per un totale di 8,1 MW installati.