Tempo di lettura: 2 minuti

Ercolano – La Buttol s.r.l., società affidataria del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani del Comune di Ercolano, informa la cittadinanza che, al fine di rendere sempre più efficiente il servizio di igiene urbana, per il quale è massimamente sensibile l’amministrazione comunale, e pur di scongiurare l’annunciato sciopero per la giornata di sabato 9 del mese corrente proclamato dai dipendenti del cantiere di Ercolano, ha offerto la propria disponibilità sul tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali dei lavoratori per risolvere lo stato di crisi che la città potrebbe subire nel prossimo fine settimana.

In particolare, la Buttol s.r.l. ha proposto la stipula di un accordo di secondo livello, che prevede un trattamento economico, aggiuntivo alla retribuzione prevista dal contratto collettivo nazionale di lavoro, di una somma di oltre 200,00 euro al mese netti per ciascun lavoratore, in applicazione di un sistema di premialità, in ragione della presenza e della corretta esecuzione dei compiti loro assegnati.

Inoltre, l’azienda ha offerto di poter concedere un ulteriore incentivo al raggiungimento dell’obiettivo minimo del 65% della raccolta differenziata (così come previsto dal decreto legislativo n. 152/2006, art. 205).

A tutt’oggi, tale rilevante impegno economico che la Buttol s.r.l. vuole sostenere a favore dei dipendenti del Cantiere di Ercolano non è stato accettato dalle organizzazioni sindacali, che, nostro malgrado, con il loro sciopero si renderanno il tal modo unici responsabili di qualsiasi disservizio provocato ai propri concittadini.