Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – In base alla terza proiezione di Swg per La7, anche in Campania sul fronte delle liste è Fratelli d’Italia a ‘trainare’ il centrodestra con il 6,4%, seguita da Forza Italia al 5,6. Stessa percentuale della Lega.

I tre partiti hanno sostenuto il candidato Stefano Caldoro. Dunque Fdi si conferma primo partito della coalizione ma non sfonda. “Confermiamo che siamo la forza trainante della coalizione in Campania e in tutta Italia, sia dove vinciamo come nella storico risultato delle Marche con Acquaroli, sia in una battaglia impari come quella in Campania” commenta Andrea Del Mastro, commissario nella Citta’ Metropolitana di Napoli di Fratelli d’Italia, commentando le proiezioni che danno al momento Fdi come primo partito della coalizione di centrodestra.

In Campania – ha aggiunto – il covid ha influito sul voto e De Luca credo sia l’unico uomo dell’Occidente graziato da covid. I dati impietosi dei sondaggi precovid sono stati sostituiti da dati di altro tenore nel post covid. De Luca ha una grande capacita’ teatrale e comunicativa, ma i dati economici sostengono tutt’altro. Lui e’ capace di catturare l’attenzione come salvatore della Campania. Noi abbiamo denunciato che il voto al 21 settembre era per salvare De Luca, se si fosse votato a novembre avremmo visto altri risultati“.

L’esponente di Fdi guarda ora alle elezioni comunali a Napoli della prossima primavera: “Fratelli d’Italia – spiega – dovrà essere il perno delle riflessioni per una candidatura autorevole al Comune di Napoli, i trend nazionali e locali dicono che possiamo vincere. Siamo il primo partito della coalizione e quindi centrali per un buon candidato che sia un buon sindaco”.