Tempo di lettura: 2 minuti

Massa Lubrense (Na) – Weekend di Ferragosto all’insegna della paura per 7 persone che hanno rischiato la vita nei pressi di Cala del Mitigliano, nel tratto di mare compreso tra Punta Campanella e Massa Lubrense.

Avevano affittato un’imbarcazione per trascorre una giornata nelle splendide acque davanti l’isola di Capri ma poi qualcosa è andato storto e la barca ha iniziato ad affondare.

Nel tardo pomeriggio di ieri, la Guardia Costiera di Capri ha ricevuto un mayday da parte di un’unità da diporto (semicabinato di 7 metri circa) che stava affondando a poca distanza da Punta Campanella, con 7 naufraghi in mare.

Con il coordinamento del Reparto Operativo dell’ IV M.R.S.C. (Maritime Rescue Sub Centre) della Campania, la Capitaneria provvedeva ad inviare immediatamente in zona la motovedetta CP 858 dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Capri, facente parte del dispositivo estivo “mare sicuro”. L’unità di soccorso, giunta poco dopo sul posto, trasbordava quattro delle sette persone dalle due unità da diporto che intanto, trovandosi nelle vicinanze in transito, avevano prestato le prime assistenze del caso, imbarcando i naufraghi, in attesa dell’arrivo dei soccorsi.

Fortunatamente, le 7 persone recuperate (cinque uomini e due donne, di circa 40 anni, tutte campane), erano spaventate ma in buone condizioni di salute. Gli stessi erano partiti dalla zona di Castellammare di Stabia con l’unità da diporto, locata per l’occasione per una giornata in mare, prima del repentino imbarco d’acqua a bordo, per cause ancora in corso di accertamento.