Tempo di lettura: 2 minuti

L’ASL Napoli 1 centro ha confermato di aver scoperto un focolaio sull’isola di Capri. Secondo l’azienda sanitaria, ci sono almeno quindici persone contagiate. Sono tutti turisti, sono in isolamento nelle loro camere di albergo o in alcune abitazioni private. 

I primi cittadini di Capri e Anacapri Marino Lembo e Alessandro Scoppa precisano che questa è “la riprova del fatto che il sistema di protezione messo a punto con l’ Asl Napoli 1 ha funzionato e funziona”. I casi, sottolinea Lembo, “riguardano esclusivamente turisti che hanno partecipato a cene e feste non applicando le regole anti Covid” e comunque “stiamo parlando di numeri esigui che sono stati subito individuati, tracciati e isolati grazie alla grande collaborazione creatasi tra i due comuni, l’ Asl e gli imprenditori del comparto turistico e commerciale dell’ isola, tutti vaccinati nelle scorse settimane”.

“Bisogna fare in modo che le nostre località turistiche — spiegano dalla Asl di Napolivengano puntualmente monitorate, e i risultati lo confermano, e nello stesso tempo salvaguardate per evitare focolai. Finora fortunatamente nessun operatore alberghiero o residente sull’isola di Capri è rimasto infettato, e questo ci dà l’ulteriore conferma che la campagna di immunizzazione nelle isole andava necessariamente promossa in tempo come è stato fatto”.