Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Si entra in stazione, si avvicina il cellulare al lettore ottico dei nuovi tornelli per convalidare il biglietto digitale. E’ la nuova frontiera della biglietteria Anm che parte dalla Funicolare Centrale e in pochi mesi sarà esteso a tutte le altre stazioni delle funicolari e della Linea 1 Metropolitana. Il sistema funziona con l’App del Consorzio Unico Campania che permette di acquistare i biglietti da smartphone, fino a dieci alla volta o anche l’abbonamento mensile. Al passeggero basta inquadrare il QR code per l’accesso in banchina. Il sistema è attualmente utilizzato anche nelle altre stazioni esibendo il biglietto al personale di controllo, in attesa che sia ultimata l’installazione delle validatrici in tutte le stazioni.

E’ un passo avanti – spiega l’Amministratore Unico di Anm Nicola Pascale – che facciamo con la consapevolezza che sempre più utenti dei mezzi pubblici vogliono interagire con l’azienda, per il pagamento dei servizi di mobilità e per ricevere informazioni, direttamente con i loro dispositivi mobili. E’ un sistema che consente di migliorare i servizi anche per i turisti, chi viene a Napoli e si trattiene qualche giorno può installare facilmente l’App per muoversi in città. Abbiamo anche aggiunto importanti funzionalità e contenuti informativi all’app Giranapoli. Un’importante lavoro sulle tecnologie che si affianca e completa quello fatto per incrementare la disponibilità di mezzi“.

La Funicolare centrale fa da apripista e anche da esperimento per il nuovo sistema che Anm studierà per migliorare il servizio e lanciarlo poi alla perfezione quando arriverà in tutte le stazioni. “Con questo primo passo – spiega l’assessore ai trasporti del Comune di Napoli Marco Gaudini – si inizia un percorso che ci condurrà al completo efficientamento dei sistemi di pagamento dei titoli di viaggio, attraverso la dematerializzazione e l’applicazione delle tecnologie smart oggi facilmente utilizzabili con un semplice smartphone. E’ un altro importante segnale nell’ottica del miglioramento dei servizi offerti ai cittadini, che va nella direzione già intrapresa della sostenibilità ambientale del Trasporto pubblico“.

Il sistema è sviluppato in collaborazione con il consorzio Unico Campania: “Il Consorzio Unicocampania – spiega il Presidente Gaetano Ratto – è, da sempre, impegnato nel campo dell’innovazione tecnologica e nel raggiungimento di traguardi di efficienza sempre più avanzati. L’adozione dei titoli dematerializzati rappresenta una delle sfide più importanti, che il Consorzio sta portando avanti in sinergia con la Regione Campania e di pari passo con  l’introduzione del nuovo Sistema di Vendita Regionale. Una rivoluzione green che darà anche un grosso contributo in termini di tutela dell’ambiente”.