Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – “Pochi minuti fa la conferma di una notizia che personalmente avevo già appreso da alcuni addetti all’impianto ieri sera e che avevo prontamente girato telefonicamente alla responsabile dell’ufficio stampa dell’ANM, che, a quel momento, non aveva notizia sulla vicenda, che dunque non era stata pubblicizzata  – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari e del trasporto pubblico -. La funicolare Centrale stasera, sabato 7 dicembre, alla vigilia della festa dell’immacolata non effettuerà le corse post serali e notturne fino alle due di notte ma l’ultima corsa sarà effettuata come negli altri giorni alle ore 22:00 “.

Questo il comunicato pubblicato sulla pagina Facebook dell’azienda: “#anminforma che questa sera la #FunicolareCentrale non effettuerà il prolungamento del sabato fino alle 2 di notte e chiuderà invece alle 22.00. Sarà invece regolare il servizio notturno della #metro #Linea1 fino alle ore 2 .  I lavoratori della funicolare non hanno dato disponibilità a prolungare il servizio pur al termine del rinnovo dell’accordo per il servizio notturno del sabato che è stato siglato due giorni fa dai sindacati e dall’azienda al termine di una lunga trattativa con il riconoscimento ai lavoratori impegnati nel turno serale di una premialità oltre al pagamento dello straordinario. Nonostante l’accordo, i lavoratori della funicolare hanno deciso stasera, prima serata utile dopo l’accordo, di non aderire allo straordinario che è, da contratto, su base volontaria”.

L’USB stigmatizza fortemente l’informativa aziendale apparsa nel pomeriggio sulla pagina social ufficiale in cui si comunica alla cittadinanza che, a causa dell’indisponibilità dei lavoratori ad effettuare prestazioni straordinarie, non verrà esercito il prolungamento della Funicolare Centrale fino alle ore 2.00.

“È inaccettabile – afferma Marco Sansone del Coordinamento Regionale USB che l’ANM scarichi ancora una volta la propria incapacità gestionale sui lavoratori mettendoli alla gogna pubblicamente. Se i dipendenti delle Funicolari hanno deciso di rifiutare lo straordinario, non è sicuramente per mettere in difficoltà la cittadinanza, ma esclusivamente per sottolineare il proprio disappunto nei confronti di accordi sindacali in cui non vengono recepite le giuste istanze provenienti dalla base, tese a garantire principalmente tutele e miglioramenti rispetto al servizio ordinario”.