Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – Nel quartiere di Montecalvario, ieri sera, un uomo di 43 anni ha dato il via a grandi festeggiamenti per il compleanno della moglie accendendo tre batterie di fuochi d’artificio.

Si tratta, però, di un gesto tutt’altro che affettuoso, infatti, non è consentito l’utilizzo di tali dispositivi in orario notturno e in aree densamente urbanizzate perché molto pericoloso.

I carabinieri del Nucleo Radiomobile insieme a quelli della stazione dei Quartieri Spagnoli udendo il rumore dei fuochi d’artificio proveniente da piazzetta Marinelli, si sono recati in loco e hanno fermato l’uomo, già noto alle forze dell’ordine per rapina ed estorsione. 

Diventano sempre più comuni episodi simili, infatti, solo pochi giorni fa anche altri due napoletani di 52 e 37 anni sono stati arrestati per lo stresso motivo.