Tempo di lettura: < 1 minuto

Da ieri la fusione tra lo scalo aeroportuale di Napoli Capodichino ed il Salerno Costa d’Amalfi è racchiusa e consolidata anche dal nuovo marchio che fonde in un unico nome le due infrastrutture, sotto la guida del gestore unico Gesac.

Nel logo le due realtà si uniscono nella lettera A presente in Napoli e Salerno oltre che nella parola airport e Gesac. La scelta grafica ha stilizzato la lettera a forma di freccia, quasi un aereo al quale affidare il rilancio delle due infrastrutture. Alla base della fusione, infatti, c’è da un lato l’incapacità di Capodichino di assorbire ulteriori traffici, dall’altra la necessità per Salerno di aprire a volumi maggiori in vista dell’ampiamento della pista.

Le previsioni parlano del 2022 per vedere concretizzata la fusione. Nel frattempo tutta la comunicazione del nuovo sistema aeroportuale diffonderà il nuovo brand. Da ieri sulla pagina Facebook di Aeroporto Internazionale di Napoli l’aggiornamento della foto profilo.