Tempo di lettura: 3 minuti

Le ultime riprese della terza serie di Gomorra si stanno svolgendo nello scenario di  Vico dei panettieri a Forcella, nel cuore del centro storico di Napoli. E’ qui che Ciro e i suoi nuovi alleati stanno pianificando una spedizione punitiva. È il set di Gomorra-La serie  dove si gira una delle ultime scene della quinta puntata (sono 12 in tutto) della terza stagione che andrà in onda su Sky Atlantic in autunno. Dietro la macchina da presa Francesca Comencini – ne dirige sei, le altre sei sono affidate a Claudio Cupellini – che fa ripetere più volte a Marco D’Amore la scena, per coglierla dai vari punti di vista.

Ciro dispiega una cartina di Napoli sul tavolo da biliardo (e qualcuno fa una battuta «ma che è Notre Dame?») e traccia un cerchio rosso: da lì partirà l’offensiva. Ma è un luogo pericolante… gli fanno notare i tre nerovestiti e barbuti a cui parla, che sul set chiamano «i talebani» ma non si chiameranno così. Ciro sentenzia: «Per vivere in mezzo alla strada devi stare sempre un passo avanti a chi ti sta addosso». Gli chiede la new entry Enzo (Arturo Muselli), «ma noi non vogliamo solo sopravvivere»… e lui risponde “questo poi lo vediamo”. Nella terza attesissima stagione ci saranno anche Genny (Salvatore Esposito), Scianel (Cristina Donadio), Patrizia (Cristiana Dell’Anna) – tutti oggi in conferenza stampa – e molti altri personaggi.

Il nuovo territorio di conquista di Ciro e affiliati è il centro della città. Lì vive anche l’altra new entry, Valerio (Loris De Luna), un ragazzo della Napoli bene attratto dalla malavita.

“Il nuovo personaggio è la città”, commenta Marco D’Amore in conferenza stampa, “La rinascita di questa città o parte dal centro o non ci sarà» aggiunge, spiegando poi che «Forcella è la Y greca che mette insieme adolescenza e maturità». Maturità che secondo Nils Hartmann (tra produttori esecutivi Sky) ha posto le basi solide di una nuova serialità’ italiana «ed i numeri parlano chiaro: è stata venduta in 160 paesi e si sta lavorando a scrivere la quarta. Ma non ci sarà per forza un seguito, ci sarà solo se la storia regge e va avanti”.

“Non vi è meeting internazionale dove non ci venga chiesto a che punto siamo con la nuova stagione di Gomorra…» fa sapere Andrea Scrosati, Executive Vice President Programming di Sky Italia, “agli screening di Los Angeles la settimana scorsa una nuova serie crime prodotta da uno dei major studios americani ci è stata presentata dicendo “è uno show nella linea di Gomorra”. Credo che questo sia l’esempio migliore di quello che questa serie Sky ha significato e continua a significare per la crescita e lo sviluppo delle produzioni italiane all’estero”.