Tempo di lettura: 2 minuti

Salerno – La voglia di play off della Salernitana più forte di quella di salvezza della Juve Stabia. E’ questo il verdetto dell’Arechi che premia la formazione di Ventura. I granata, tra l’altro, riescono a conquistare i tre punti avendo disputato praticamente l’intero incontro in inferiorità numerica, complice l’espulsione di Aya maturata dopo appena cinque minuti dal fischio d’inizio. Le vespe perdono dunque il secondo derby consecutivo e, come accaduto lunedì al “Ciro Vigorito” di Benevento, dilapidano il vantaggio dell’uomo in più. Contro la Salernitana, anzi, i partenopei si ritrovano sotto nel punteggio al 23′, quando Akpa Akpro beffa Provedel. La Salernitana tiene il pallino del gioco, sfiorando il raddoppio in diverse circostanze. Rimasta aggrappata alla contesa, la Juve Stabia raggiunge il pari a metà del secondo tempo con Forte. Il gol sembra poter cambiare l’inerzia della gara ma al 37′ Gondo trasforma nella rete del nuovo sorpasso l’assist del solito Akpa Akpro. Vano il forcing finale degli ospiti, anche se in pieno recupero uno straordinario intervento di Micai nega a Troest il gol del pari.

Salernitana-Juve Stabia 2-1

Reti: 23’pt Akpa Akpro, 24’st Forte, 37’st Gondo

Salernitana (3-4-1-2): Micai; Aya, Migliorini, Jaroszynski (23’st Heurtaux); Akpa Akpro, Di Tacchio, Dziczek, Curcio (41’st Lopez); Kiyine (23’st Maistro); Gondo (41’st Djuric), Jallow (12’st Karo). A disp.: Vannucchi, Russo, Billong, Cerci, Capezzi, Giannetti, Cicerelli. All.: Gianpiero Ventura

Juve Stabia (3-4-3): Provedel; Vitiello (16’st Ricci), Troest, Allievi; Elia, Calvano (33’st Addae), Calò, Mallamo (16’st Mezavilla); Canotto (33’st Izco), Forte, Cissé (6’pt Di Mariano). A disp.: D. Russo, Melara, Rossi, Bifulco, Mastalli, Fazio, Tonucci. All.: Fabio Caserta

Arbitro: Fourneau di Roma 1

Ammoniti: Gondo, Allievi, Dziczek  e Maistro per la Salernitana, Di Mariano, Mallamo, Troest, Ricci, Calvano e Calò per la Juve Stabia

Espulsi: al 4’pt Aya, al 12’st Jallow (dalla panchina)