Tempo di lettura: 2 minuti

“Una scelta saggia e opportuna”: così, in una nota, il presidente di Federalberghi Napoli, Antonio Izzo, commenta la decisione del Governo Draghi di nominare un Ministro del Turismo del quale il settore sentiva la mancanza da quasi 30 anni.

“Il comparto – ricorda Izzorappresenta una delle unità produttive più rilevanti del paese (circa il 15% del Pil nazionale), era importante che fosse reso autonomo dalla Cultura e potesse avere una sua identità peculiare”. “Per quanto il legame con la Cultura sia molto forte, – sottolinea il presidente di Federalberghi Napoli Turismo vuol dire anche mare, montagna, congressi, fiere, insomma un intero mondo che necessitava di un riferimento istituzionale specifico. Ci auguriamo che le scelte del Governo possano essere prese come esempio anche dalla nostra prossima amministrazione locale con l’istituzione di un assessorato ad hoc, dedicato al nostro settore”.

“Possiamo così programmare una ripresa che sarà lenta, – dice ancora Izzoma avrà almeno delle importanti prospettive, già a partire dalla prossima primavera/estate. Avremo un sostegno istituzionale che dovrà aiutare il comparto a superare una delle crisi peggiori che abbia mai dovuto affrontare. Auguri di buon lavoro al Ministro Garavaglia che avrà un impegno gravoso quanto entusiasmante perché l’Italia vive, e deve vivere, di turismo”, conclude il presidente di Federalberghi Napoli.