Tempo di lettura: < 1 minuto

Per mesi l’ha perseguitata. Prima con i messaggi, poi seguendola. Infine bruciandole l’auto. Era da almeno 6 mesi che una 20enne subiva offese e percosse da parte dell’ex compagno 38enne ma non aveva ancora denunciato fino a ieri sera, quando la persecuzione ha raggiunto il culmine. La coppia aveva avuto l’ennesima discussione, l’uomo per tutta risposta aveva trovato la vettura della ex parcheggiata poco distante da casa e dopo averla cosparsa di benzina le ha dato fuoco. I carabinieri del Nucleo Radiomobile del reparto operativo di Napoli, intervenuti d’urgenza su via del Cassano a Secondigliano, dopo avere identificato il 38enne lo hanno rintracciato e tratto in arresto mentre si allontanava dalla zona. In mano aveva ancora una bottiglia di plastica contenente residui di benzina. Dovrà rispondere di atti persecutori, minacce aggravate e danneggiamento a seguito di incendio. Al momento è in carcere ma il timore è che possa uscire presto e ritornare dalla donna che ha perseguitato per mesi.