Tempo di lettura: 1 minuto

Castellammare di Stabia (Na) – La posizione di Fabio Petroni rischia di mettere nei guai la anche la Juve Stabia. Secondo il Giornale di Sicilia l’imprenditore è finito sotto indagine “dopo una serie di accertamenti in merito alla compagine societaria e alla gestione economica e finanziarie delle società Trapani e Juve Stabia”. Stando a quanto richiesto dai pm federali sarebbe stata evidenziata la partecipazione di Petroni nel capitale societario dei due club “per tramite di società da lui controllate e mediante interposizione di Edoardo Comito”, che all’epoca dei fatti era amministratore e rappresentante della Juve Stabia e che è stato al tempo stesso indagato.  Secondo la Procura Petroni avrebbe rivestito contemporaneamente il ruolo di socio dei due club dal 21 giugno al 9 luglio del 2019. 

Come noto, le partecipazioni multiple non sono ammesse dal regolamento e violare la normativa costituisce un illecito che comporta l’applicazione delle sanzioni previste dal codice della giustizia sportiva.  Se l’illecito dovesse essere riconosciuto, la Procura – stando a quanto riportato dal quotidiano siciliano – la Procura ha già comunicato alle parti in causa l’intenzione di procedere al deferimento “con conseguente “rischio di esclusione dal calcio professionistico”. Si attendono sviluppi.