Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Sono 7 i contagi tra il personale degli ospedali di Napoli sottoposti al primo giro di vaccino Pfizer. Nulla di strano o anomalo, sia chiaro. Si tratta di due medici, quattro infermieri e un operatore socio-sanitario. Una notizia che, dicono gli esperti, non deve allarmare.

Come riporta Il Mattino si tratta di un medico dell’Asl che non si è presentato per il richiamo alla Mostra d’Oltremare. Allo stesso modo anche un suo collega e un’infermiera in servizio al Cardarelli, vaccinati rispettivamente il 27 e il 31 dicembre e risultati assenti. Poi tre infermieri e un operatore socio-sanitario dell’ospedale Cotugno che avrebbero dovuto ricevere la seconda dose di vaccino nei prossimi giorni. La data del contagio è difficile stabilirla con esattezza, ma stando a quanto riportato il quotidiano, il medico dell’Asl probabilmente aveva contratto l’infezione prima della puntura, visto che ha manifestato i sintomi subito dopo. 

Prima di tutto va chiarito che la protezione, nei primi giorni dopo l’inoculazione, non è immediata: aumenta nel tempo ed è completa una settimana dopo la seconda dose (che avviene a distanza di 21 giorni dalla prima). Come avviene anche per gli altri vaccini, quindi, nei primi giorni non si è del tutto protetti. La raccomandazione per chi riceve il vaccino, è quella di continuare a utilizzare le misure prudenziali, a partire dalle mascherine.