Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Non si fermano a un posto di blocco e dopo un inseguimento contromano si schiantano contro un bidone della nettezza urbana.

Erano pronti a colpire i due ragazzi di 23 e 17 anni quando sono stato incrociati dai carabinieri. In sella a uno scooter, con il volto coperto da scaldacollo e col casco calzato si avvicinavano alle auto incolonnate nel traffico di Via delle Repubbliche Marinare.

Le manovre dei due, tipiche dei rapinatori, non sono sfuggite ai carabinieri del Nucleo Operativo di Poggioreale. Hanno raggiunto lo scooter e intimato l’alt al conducente. Senza rispettare l’ordine, i due si sono lanciati in una fuga contromano lungo la strada che collega il quartiere di San Giovanni a Teduccio al comune di San Giorgio a Cremano.

L’inseguimento, si è protratto per quasi due chilometri fino a quando lo scooter ormai braccato è finito contro un cassonetto dell’immondizia. In manette per resistenza a p.u. è così finito Vincenzo Esposito – 23enne di Ponticelli già noto alle ffoo. Il passeggero, un 17enne incensurato, è stato invece affidato ai genitori.

Il 23enne – denunciato anche per guida senza patente –  è stato trasportato al pronto soccorso del San Giovanni Bosco e una volta dimesso condannato dal Tribunale di Napoli a 8 mesi di reclusione, col beneficio della sospensione della pena.