Tempo di lettura: < 1 minuto

Napoli – “Un messaggio di unità per tutti i lavoratori sia pubblici che privati” in un momento di crisi epocale ed in un Paese ancora in lotta, giorno e notte, contro lo spettro del Covid.

Al grido di unità parte così l’evento “invisibili in movimento”. Sulla scia degli stati popolari di Aboubakar Soumahoro, svolti a Roma quest’estate il “Paese Reale” sbarca così al CRAL della Whirlpool di via Argine a Napoli, raccogliendo le voci di tutto lo Stivale. 

“Abbiamo scelto questo luogo – spiega Aboubakar Soumahoro – perché parliamo di ciò che rappresenta, in particolar modo, una forma di bomba sociale e quindi parliamo del lavoro”. Così alla stampa il leader della Lega dei Braccianti che prima dell’avvio anticipa che nel corso dell’evento arriverà “un annuncio importante”.

Tra le numerose adesioni all’evento ci sono anche quelle di Sonia Bergamasco, Mimmo Lucano, Peppe Pugliese dell’Associazione Sos Rosarno, Flavio Insinna, il comico Peppe Iodice, Roy Paci, prof. Iavarone Marialuisa, prof. Giorgio Ventre, Libera Campania, associazioni che gestiscono beni confiscati alla camorra, lavoratori metalmeccanici, braccianti, rider, insegnanti, precari, partite Iva. 

L’intervista nel servizio video.