Tempo di lettura: 1 minuto


“Senza mia mamma non sarei arrivato fino a qui”. L’ex centrocampista del Napoli Jorge Luiz Frello Filho, meglio noto come Jorginho, racconta la sua storia a ‘Il Corriere della Sera’. L’ennesima storia di rivincita. Da sempre insieme a mamma Maria Tereza Freitas, che nella carriera del ragazzo venuto dal Brasile, cresciuto a Verona, esploso a Napoli e ora consacrato a Londra, ha avuto un ruolo fondamentale.

Un rapporto speciale quello tra i due, tante le emozioni vissute insieme come quando è approdato alla corte di Roman Abramovič: bellissimo  il video postato sui social dall’ex centrocampista del Napoli con la mamma che vede la sua numero 5 del Chelsea e non trattiene le lacrime. Dietro quelle lacrime e quell’abbraccio c’erano sacrifici, speranze e sogni. La madre ha un importante passato da calciatrice ed è stata lei il suo primo allenatore: “Lei giocava e mi ha insegnato tantissimo — ha raccontato Jorginho —. Di calcio ne capisce, mi ha portato tante volte in spiaggia, giocavo l’intero pomeriggio e facevo pure del lavoro tecnico sulla sabbia. Poi sono entrato in una scuola calcio, seguendo sempre la mentalità imparata da mia madre”.