Tempo di lettura: 3 minuti

Livorno – Una sconfitta che brucia. Al “Picchi” le vespe vengono sconfitte al quinto dei sei minuti di recupero concessi da Marini, subendo la rimonta del Livorno. Ora i labronici raggiungono proprio i gialloblù a 10 punti in classifica tenendo vivissima la lotta salvezza.

La partita è subito vivace con capovolgimenti di fronte continui con il livornese Marras sugli scudi. Il centrocampista amaranto imbecca Marsura, al minuto numero 10, che però non riesce a inquadrare la porta da buona posizione. Reagisce subito la Juve Stabia con un gran tiro di Calò che sfiora il palo. Al ’25 occasionissima per le vespe: Forte spreca incredibilmente da due passi e a porta sguarnita dopo una respinta imprecisa di Zima. Passa un minuto e il Livorno sfiora il vantaggio: gran botta al volo di Agazzi da fuori area, sfiora Russo che con l’aiuto del palo salva i suoi dallo svantaggio. Al ’34 ancora Livorno con Luci che di testa sfiora la rete su azione da calcio d’angolo. La gara non conosce soste. Prima il Livorno fa vicinissimo al gol con un colpo di testa di Raicevic, Russo vola e salva le vespe; passa un minuto e la Juve Stabia colpisce il legno in contropiede con Canotto ben servito da Forte. finisce dopo due minuti di recupero un primo tempo ricco di occasioni e ben giocato da entrambe le squadre.

La ripresa si apre subito con un emozione: calcio d’angolo di Calò, paperissima di Zima che sbaglia la presa portandosi la palla in porta: Juve Stabia in vantaggio. Il Livorno non ci sta e si lancia in avanti alla ricerca del pari che trova al ’57 con Agazzi; il centrocampista toscano calcia al volo dopo una respinta della difesa gialloblù, trovando l’angolino alla destra di un incolpevole Russo: 1-1. Un pareggio che galvanizza il Livorno. Gli amaranto vanno vicinissimi al vantaggio in 3 occasioni trovando sempre un grande Russo a sbarrare la strada agli avanti toscani. Il portierone dei campani si ripete al ’30 in uscita su Marras proteggendo il pari. I minuti finali sono una sofferenza continua per le vespe che riescono a difendere il pari con le unghie e con i denti fino al minuto 95 quando Marras trova il sinistro vincente dopo una respinta corta di Carlini. Una sconfitta che brucia soprattutto pensando alla lotta salvezza. E ora al Menti arriva la corazzata Benevento per un derby attesissimo.  

Tabellino

Livorno – Juve Stabia: 2-1

Reti: ‘4 s.t. aut Zima (JS), ’12 s.t. Agazzi (L) ’50 s.t. Marras (L)

Livorno (3-4-2-1): Zima; Di Gennaro (‘1 s.t Braken) , Gonnelli, Boben; Del Prato, Agazzi, Luci (’33 s.t. Viviani), Porcino; Marsura, Marras; Raicevic. A disp.: Plizzari, Ricci, Morelli, Morganella, Bogdan, Gasbarro, Rocca, Mazzeo, Murilo. All. Roberto Breda.

Juve Stabia (4-2-3-1): Russo; Fazio (’25 Vitiello), Tonucci, Troest, Ricci; Calò, Calvano (’20 s.t. Addae); Melara (’13 s.t. Elia), Carlini, Canotto; Forte. A disp.: Branduani, Allievi, Germoni, Lia, Mezavilla, Bifulco, Vicente, Boateng, Rossi. All. Fabio Caserta.

Arbitro: Marini di Roma

Ammoniti: Calò (JS), Carlini (JS), Fazio (JS), Luci (L), Gonnelli (L)

Recupero: ‘2 p.t, ‘6 s.t.