Tempo di lettura: 2 minuti

Firenze  – “Dopo gli episodi di Fiorentina-Napoli mi sono molto documentato sulla Toscana e ho saputo che è una grande regione di cultura, di arte e per questo io non pretendo nessuna scusa da parte dei toscani e dei fiorentini perché ho avuto tanta solidarietà da parte loro e del club viola. Per questo li voglio ringraziare e dobbiamo ripartire da questo. Il razzismo è ancora diffuso nella società, sono dispiaciuto per questo: dobbiamo andare avanti e combatterlo. Auguro a tutti buona Festa della Toscana”.

Lo ha detto, in un video messaggio, il calciatore del Napoli, Kalidou Koulibaly, in occasione delle celebrazioni per la Festa della Toscana, al cinema La Compagnia a Firenze. Koulibaly aveva ricevuto attacchi razzisti in occasione di Fiorentina-Napoli di Serie A. “Con la posizione che ho nella società – ha aggiunto – voglio combattere il razzismo, perché tante persone magari non hanno la fortuna di combatterlo e io voglio prendere la voce per loro. È una lotta molto importante: io ci tengo tanto e mi impegnerò in questa lotta per sempre, da calciatore e da uomo. Io sono diventato il calciatore che sono oggi grazie all’impegno, senza mai dimenticare i miei valori e le mie origini: sono la stessa persona di ieri”.